Storia e Festività


San Giuseppe

S. Giuseppe, patrono di Letojanni


Fino alla metà dell'Ottocento, Letojanni era soltanto un piccolo borgo di pescatori, formatosi su un golfo dello Jonio.
Non era nemmeno un paese, ma costituiva la Marina di Gallodoro (paese-madre, Gallodoro, che sorgeva in collina).
Cominciò a svilupparsi soltanto con il passaggio della strada provinciale e della ferrovia.
Nel 1879 venne trasferita la sede municipale dal centro collinare a quello costiero, e prese il nome di Letojanni - Gallodoro (i due centri si distaccheranno definitivamente soltanto nel 1952).
Balzò agli onori della cronaca per aver dato i natali a Francesco Durante, chirurgo e scienziato di fama mondiale, che volle pure realizzarvi una clinica (l'edificio originario, opportunamente restaurato, è oggi sede del museo): a lui è intitolata la piazza principale che ospita la statua che lo raffigura, realizzata dallo scultore Ettore Ximenes ed inaugurata nel 1923, alla presenza dello stesso Durante.
Ma fu soltanto a partire dagli anni '50 che i turisti cominciarono a scoprire Letojanni.
All'inizio si trattava di stranieri, attratti dalla notorietà di Taormina (con cui Letojanni confina).
Uno dei primi fu il dietologo Benjamin Gayelord Hauser, che costruì una villa dove ospitava i suoi pazienti, tra i quali parecchi divi di Hollywood: e tra questi ultimi, anche la celeberrima Greta Garbo.
Qualcuno cominciò ad affittare delle case, si aprirono le prime pensioni a gestione familiare, quindi si passò agli alberghi e ai complessi residenziali, cui si aggiunsero bar e ristoranti.
Nel giro di qualche decennio, Letojanni si è trasformata in una delle più importanti località turistiche siciliane.